via Tevere 30, 87036 Rende (CS)
+39 333 242 3429
info@rugbyrende.it

RUGBY E MULTIDISCIPLINARIETÀ AL MAZZUCA

Avanziamo Insieme

RUGBY E MULTIDISCIPLINARIETÀ AL MAZZUCA

Il Rende della palla ovale torna in campo puntando su un’offerta sportiva ben strutturata, stimolante e multidisciplinare, in linea con le disposizioni anti-covid e forte del protocollo di intesa siglato nello scorso ottobre da Delegazione FIR Calabria e CSAIn Calabria. La ripartenza ha, dunque, la cifra caratterizzante della continuità e un programma di intervento sul territorio articolato prediligendo la collaborazione fra Società Sportive, Enti di promozione e Federazioni con il fine ultimo di incitare le giovani generazioni a condurre una vita più sana e lontana dai rischi della sedentarietà, favorendo al contempo la socializzazione e tutte le espressioni educative del Gioco. Sulla scorta di queste premesse hanno visto la luce una serie di eventi patrocinati da CSAIn Calabria e rivolti principalmente a bambini e ragazzi, impegnati in attività ricreative e giornate di promozione sportiva. È il caso del centro estivo “Rugby Rende Summer Edition”, protrattosi sino alla fine di settembre, durante il quale i piccoli atleti hanno potuto fare esperienza non soltanto del rugby, ma delle più svariate discipline, essendo il fine del progetto quello di incentivare la ripresa delle attività sportive, dare sostegno alle famiglie e offrire sani momenti di crescita.

Nell’ambito della promozione si annoverano poi le manifestazioni di AirBadminton, la versione outdoor del volano sviluppata per godere a pieno degli spazi all’aria aperta, svoltesi sul campo “Mazzuca” di Rende e a Lattarico Centro, fortemente volute dai Delegati di FIBa -Federazione Italiana Badminton, Adelino Liuzzi, e FIR – Federazione Italiana Rugby, Salvatore Pezzano, due illuminati esponenti dello Sport in Calabria, entrambi caparbiamente convinti nella sinergia risieda la chiave del successo; mentre nell’imminente futuro avrà luogo l’ormai tradizionale Torneo Città di Rende – “Renato Pezzano”, che quest’anno per la sua IV edizione si svolgerà il 25 ottobre secondo le modalità del Rugby Touch, variante che sostituisce il placcaggio al tocco, riducendo quasi a nullo il contatto fisico, e permette di giocare a ranghi misti, coinvolgendo dunque bambini, ragazzi e adulti di età compresa tra i 6 e i 42 anni delle Società attive sul territorio, strizzando l’occhio anche a quelle presenti oltre i confini regionali invitate a partecipare con i propri atleti.